Viaggio fotografico in Mongolia

viaggio fotografico in Giappone
Viaggio fotografico in Giappone
25/01/2018
viaggio fotografico in Sudafrica
Viaggio fotografico in Sudafrica
26/01/2018

15 giorni | 03-18 agosto

„Alla scoperta delle regioni centrali e settentrionali. Lo spettacolare monastero di Amarbayasgalant, il grande lago Khuvsgul, il romantico Terkhiin Tsaagan Nuur, incontri con i nomadi, templi, cascate e la mitica Karakorum.”

Q uesto viaggio fotografico in Mongolia vi condurrà sotto cieli di rara vastità tra genti forgiate dal freddo e dal cuore nomade, in mezzo a pastori e animali che in simbiosi danno frutto ad uno stile di vita che è insieme rito e arte. Un viaggio che ci regala un contatto diretto con una natura e uomini che ci riempiranno di tante semplici e forti emozioni, legate a panorami spesso “vuoti”, ma stracolmi di eventi da ricordare. La Mongolia è il Paese delle grandi foreste di larici, dei fiumi, dei laghi, delle cime innevate, delle steppe senza fine, degli spazi infiniti, del cielo blu percorso da bianche nuvole. In questo viaggio fotografico in Mongolia scoprirai quanto questo territorio sia estremamente fotogenico: i paesaggi sconfinati di steppa, deserto, foresta e montagna, le luci sontuose, gli animali selvatici che passano davanti all’obiettivo, ma soprattutto i nomadi sempre sorridenti e disponibili, con i vestiti tradizionali, durante il pascolo o la mungitura, a cavallo, nelle tradizionali gher; o i monasteri, i templi, i monaci in preghiera, le feste religiose, gli sciamani, il Naadam. Questo viaggio fotografico in Mongolia è studiato appositamente per entrare a contatto con l’anima autentica della Mongolia. Trascorreremo molto tempo insieme agli ospitalissimi nomadi nelle accoglienti gher, conversando e condividendo emozioni, riti e attività: sarà possibile cavalcare, partecipare alla mungitura, al raduno degli animali, alla preparazione del cibo. Parteciperemo alle funzioni religiose lamaiste insieme ai monaci di splendidi monasteri sperduti nella steppa. Visiteremo le missioni dove sarà possibile incontrare i bambini e ascoltare le testimonianze di una vita difficile ma orgogliosa. E poi incontreremo una fauna stupefacente, cavalli, yak, cammelli, uccelli rari, rapaci e altri animali rari.

IL FOTOGRAFO PROFESSIONISTA MINO DI VITA SARA' IL TUO TUTOR IN QUESTO VIAGGIO FOTOGRAFICO IN MONGOLIA

00

giorni


00

ore


00

minuti


00

secondi


„Dormire in una gher”

Il viaggio è organizzato da Viaggi Mongol una delle più collaudate agenzie in Mongolia. Che cosa ha di speciale? Permette di scoprire la vera anima di questo straordinario Paese e di entrare a stretto contatto con la realtà di una terra unica al mondo cogliendone l’essenza preziosa: gli incontri con gli ospitalissimi nomadi e con i monaci dei monasteri sperduti nella steppa o nel deserto, l’incanto di una natura stupefacente popolata da greggi e animali rari e selvatici, la spiritualità che si respira ovunque. Il viaggio è per tutto il tragitto sempre con guide e driver di assoluta affidabilità, comodi minivan coreani, panoramici e adattabili a ogni percorso, tre pasti al giorno sempre freschi e di buona qualità, alloggio nelle condizioni più confortevoli: in ottimi alberghi nella capitale, nel resto del viaggio nelle gher (da 2 o 4 posti), le tradizionali tende circolari utilizzate anche dai nomadi per il loro calore e il grande spazio interno, accompagnate da strutture di servizio, bagni, docce, bar o ristorante. Insomma, vivrete l’avventura ma senza rischi e senza… soffrire troppo.

Programma delle giornate

1° e 2° giorno – VOLO E ARRIVO A ULAANBAATAR
Partenza dall’Italia, arrivo al mattino del giorno successivo all’aeroporto Chinggis Khaan di Ulaanbaatar. Verranno a prenderci e ci sistemeranno in un ottimo hotel nel centro della capitale. Dopo un breve riposo e un pranzo in un eccellente ristorante mongolo, passeggeremo fino a piazza Sukhbaatar, Viale della Pace e Gandan, il monastero più importante della città e uno dei luoghi più spirituali della Mongolia. Cena al ristorante. Pernottamento in hotel.
3° giorno – LA MAGIA VERDE DEL NORD
Partenza in fuoristrada verso nord, attraverso spettacolari distese di steppa e verdi vallate, visita alle gher degli ospitalissimi monadi e le loro immense mandrie. Una preghiera all’Aglag buutel, spettacolare monastero immerso in una natura stupefacente. Il viaggio riprende fino a una delle mete più irrinunciabili della Mongolia e di tutta l’Asia: il monastero Amarbayasgalant, ricco di spiritualità e circondato da vallate senza fine. Cena e pernottamento in campo gher
4° giorno – NEL MONASTERO AMARBAYASGALANT
In un contesto naturale senza confronti, al mattino assistiamo a una emozionante funzione religiosa nel monastero di Amarbayasgalant, gioiello buddhista sorto nel XVIII secolo per onorare la memoria di Zanabazar, “il Leonardo delle steppe”. Custodisce meravigliosi tesori sacri e una storia splendida e drammatica. Richiamati dale conchiglie sacre, i fedeli si affollano per pregare con i monaci bambini che recitano infiniti mantra sotto lo sguardo di mille Buddha. Cena e pernottamento in campo gher
5° giorno – IL VULCANO SACRO
Si prosegue verso nord ovest, sempre più vicini alle regioni sibieriane della Buriazia, caratterizzate da grandi foreste di larici e abeti, fiumi e laghi cristallini. In questa natura dominante, incontriamo animali selvatici e isolate gher con i nomadi sempre pronti all’ospitalità disinteressata. Raggiungiamo l’Uran togoo, un vulcano perfettamente rotondo, considerato sacro dai mongoli e ricoperto da una macchia verde di alberi. Cena e pernottamento in campo gher
6° giorno – LA MAGIA VERDE DEL NORD
Il viaggio prosegue sempre più a nord, nei territori dove è nato lo sciamanismo. Passiamo da Moron, vivace cittadina con un grande mercato dove potremo acquistare di tutto. Siamo nelle regioni buriate, dove è nato lo sciamanismo. Attraversiamo Khatgal, ultimo avanposto prima di risalire le coste dello spettacolare Khuvsgul e raggiungiamo il nostro campo gher affacciato direttamente sulle acque del lago. Cena e pernottamento in campo gher
7° giorno – IL MARE DELLA MONGOLIA
Lo chiamano “il mare della Mongolia”, perché è immenso ed è il lago più profondo dell’Asia. Nel Khuvsgul nuur si può anche fare il bagno perché le sue acque sono cristalline, fredde e tonificanti, circondate da meravigliose foreste di sempreverdi dove vivono gli yak e dove si può passeggiare in tranquillità. L’unica nave da guerra della Mongolia, la Sukhbaatar, solca questo lago ed è stata trasformata in un’attrattiva per le famiglie locali. Cena e pernottamento in campo gher
8° giorno – RITORNO NELLE REGIONI CENTRALI
Abbandoniamo la magia del lago Khuvsgul e scendiamo verso le suggestive regioni centrali, popolate dai nomadi a cui faremo visita e di cui conosceremo le abitudini quotidiane e la gentilezza innata. Avremo modo di incontrare anche molti animali, selvatici e greggi infinite. Raggiungiamo Shine Ider, una zona molto bella per i paesaggi e per il lago Zuun sulle cui rive saremo ospiti di un campo gher. Cena e pernottamento in campo gher
9° giorno – SUL BIANCO LAGO ROMANTICO
Entriamo in una zona impressionante per il terreno lavico e per le foreste di larici ebetulle. Eccoci al romantico lago Therkhiin Tsagaan nuur, dove si può fare il bagno ma anche passeggiare per le gradevoli colline circostanti. Siamo a 2000 metri di quota. Poco lontano proveremo l’emozione di arrampicarci sul vulcano Khorgo con la possibilità di spingerci fino al fondo del cratere (tranquilli: l’ultima eruzione è avvenuta novemila anni fa). Cena e pernottamento in campo gher sulle sponde del Terkhiin Tsagaan nuur
10° giorno – LA ROCCIA SACRA DEL GIGANTE
Dopo 170 chilometri ci troviamo di fronte al Taikhar chuluu, una misteriosa roccia sacra alta 25 metri, vera meta di pellegrinaggio per i mongoli che la considerano sacra. Racchiude più di 150 scritte apposte dal VII secolo in poi, in turco, uiguro, mongolo, tibetano, manchu e cinese. Viene considerata una sorta di cattedrale sciamanica. Secondo la leggenda qui il gigante Taikhar ha schiacciato un terribile serpente che faceva strage di uomini e animali. Cena e pernottamento in campo gher
11° giorno – TEMPIO E NATURA
Sulla strada visitiamo il monastero Tövkhön, importante tempio del XVII secolo immerso nelle montagne del Khangai, a un’altitudine di circa 2.000 m, protetto da una parete rocciosa e abbracciato dalle fitte foreste di Shivee. Ci addentriamo nella Valle del fiume Orkhon, patrimonio dell’Unesco: è un territorio ricco di testimonianze archeologiche importanti, oltre che di straordinarie bellezze naturalistiche. Cena e pernottamento in campo gher
12° giorno – L’INCANTO DELLE CASCATE
La Valle dell’Orkhon è ricca di montagne, foreste, cascate, praterie, sorgenti d’acqua calda. Vale la pena godersi questa regione incantata, a stretto ridosso dei nomadi che ci ospiteranno come sempre nelle loro gher. I mongoli amano molto questo territorio e l’hanno battezzato “Paradiso degli allevatori di cavalli”. Obbligatoria la sosta alle spettacolari cascate di Ulaan Tsutgalan, 24 metri di altezza e 10 di larghezza. Cena e pernottamento in campo gher
13° giorno – KARAKORUM E I MONASTERI
Raggiungiamo i resti dell’antica capitale Karakorum (Kharkhorin) con il suo meraviglioso tempio Erdene Zuu (mille tesori), uno dei gioielli spirituali della Mongolia. Proseguimento per i monti dell’Hugnu khaan, località spettacolare che unisce rilievi e pianure, steppa e deserto. Potremo immergerci nell’Elsen tasarkhai (striscia di sabbia”) ma soprattutto visitare gli antichi templi di Uvgun e Erdenekhamba, distanti un’ora di passeggiata a piedi. Cena e pernottamento in campo gher
14° giorno – LA SORPRENDENTE ULAANBAATAR
Rieccoci al punto di partenza, la capitale Ulaanbaatar, dove in totale relax potremo fare shopping, visitare musei, monasteri e mercati, assistere a un concerto tradizionale, provare le specialità mongole, come l’eccellente birra prodotta in loco, passeggiare per la città e cenare in un ottimo ristorante con specialità del posto. Pernottamento in hotel
15° giorno – ULAANBAATAR/ITALIA
In mattinata: aeroporto e volo di ritorno per l’Italia
NOTA BENE:
Per assicurare le migliori condizioni di svolgimento del workshop il programma delle giornate potrebbe subire delle variazioni in base a fattori logistici e meteo.

MODULO RICHIESTA INFORMAZIONI

Inserisci i tuoi dati negli appositi campi, invia la tua richiesta e sarai ricontattato al più presto.

La compilazione di questo modulo NON è vincolante per l'adesione al viaggio.

In caso di viaggio COMPLETO il modulo può essere utilizzato anche per l'iscrizione alla relativa lista d'attesa per la data successiva.

Se desideri una risposta immediata puoi telefonare al numero 02.4945.8688