Una futuristica stazione ferroviaria

viaggi fotografici a Venezia 80x80 - Una futuristica stazione ferroviaria
Carnevale e maschere
01/06/2017
viaggio fotografico a New York
Punto di vista unico
20/06/2017
 

Se parliamo di opere architettoniche futuristiche, allora un intero capitolo deve essere assolutamente dedicato alla stazione ferroviaria Gare do Oriente uno dei nodi più importanti di tutta l’infrastruttura dei trasporti dell’area metropolitana di Lisbona.

Progettata dall’onnipresente Calatrava e terminata nel 1998 per essere utilizzata in occasione dell’Expo dello stesso anno, sorge nella zona ad est di Lisbona a circa 5 chilometri dal centro. Faceva parte di un complesso intervento urbanistico all’epoca tra i più estesi d’Europa per far fronte al degrado di un’area occupata da vecchi magazzini in disuso, moli fatiscenti, depositi militari non più utilizzati ed addirittura una discarica a cielo aperto. La stazione è strutturata in tre livelli: il piano sotterraneo di supporto per la metropolitana, il livello sito al piano stradale sopraelevato di supporto alla circolazione dei treni. Con questo progetto Calatrava sperimenta l’utilizzo di strutture realizzate esclusivamente in vetro e acciaio, moderna e tecnologica, ma in grado di dialogare con la tradizione, imitando con gli archi disegnati da acciaio e cemento quelli delle cattedrali di pietra. L’imponenza dell’opera infonde al visitatore una soggezione quasi mistica che lo obbliga a constatare la dimensione che occupa rispetto all’universo che lo circonda.