Carnevale e maschere

viaggi fotografici a Lisbona2 80x80 - Carnevale e maschere
Visitare Lisbona a bordo di un apecar
28/05/2017
viaggi fotografici a Lisbona 80x80 - Carnevale e maschere
Una futuristica stazione ferroviaria
05/06/2017
 

Oltre ad essere uno dei carnevale più apprezzati e conosciuti nel mondo, quello di Venezia ha origini antichissime.

Risale, infatti, al 1296 la dichiarazione ufficiale che definì il Carnevale di Venezia una festa pubblica e da quel momento in poi ebbe per durata, tutto il periodo delle sei settimane antecedenti il Mercoledì delle Ceneri. Cenni storici a parte credo fermamente che il successo del Carnevale di Venezia sia dovuto per gran parte alla scenografia naturale all’interno del quale viene vissuto. Già Venezia è affascinante di suo: canali, sottoporteghi, calli, ponti e ponticelli contribuiscono ogni giorno a realizzare l’atmosfera che ha reso unica la città dove il tempo pare si sia fermato. A tutto questo si aggiunge, una volta all’anno, un esercito di maschere coloratissime che vagano per le strette stradine fermandosi qua e là, concedendosi agli scatti dei turisti in cerca della maschera più bella. Passeggiano da soli, in coppia o in gruppo con i costumi coordinati che suggeriscono un’idea evidente o appena accennata, frutto di un progetto ideato e sviluppato per lungo tempo in precedenza. Qualcosa di divertente, di molto elaborato, veramente originale o una semplice maschera che cela l’identità di chi la indossa. Forse è proprio questo il segreto che si tramanda nei secoli e rende il Carnevale di Venezia così particolare: per un periodo limitato, l’anonimato garantisce a tutti, la possibilità di essere chi si vuole.