Burano, distante e silenziosa

viaggio fotografico a Cuba 80x80 - Burano, distante e silenziosa
A cavallo tra la natura
03/09/2017
alitalia 80x80 - Burano, distante e silenziosa
Alitalia è la terza compagnia in Europa per puntualità
01/01/2018
 

Nonostante i quaranta minuti di battello che la separano da Venezia, l’isola ogni giorno è meta di migliaia di turisti attirati dalle famose casette colorate e non solo.

Sbarcano dal battello e in gruppi di variegata età si disperdono per le vie del paese alla ricerca di tutto quanto è storia o stranezza da ammirare stupiti. Infine completano il consueto rituale catturando qua e là ogni tipo di immagine, grazie alle loro macchinette fotografiche o a sofisticati smartphone. Al tramonto, distrutti per aver calpestato ogni metro quadrato disponibile, ritornano verso Venezia per raggiungere chissà quale altra meta o rifugiarsi in un pizza al trancio ristoratore prima di dedicarsi al meritato sonno. E’ in questo momento che gli abitanti sopraffatti in numero e spariti durante il giorno, riappaiono come rari animali notturni per riaffermare la sovranità sui loro luoghi. Anziane donne, sedute davanti agli usci di casa, intrecciano chiacchiericci padroneggiando l’antico dialetto e formulando frasi incomprensibili ai forestieri. Bambini scalpitanti, per essere rimasti a lungo in casa, si riappropriano delle piazze deserte trasformandone gli spazi in campi di calcio miniaturizzati o improbabili circuiti per biciclette. Ma è dopo cena che come per incanto tutti spariscono e Burano rimasta sola si racconta a chi ha voglia di ascoltarla. E’ una Burano diversa trasformata dalla notte che avvolgendola completamente ne esalta gli accesi colori impressi sulle facciate di antichissime abitazioni. Ogni segno sui muri ha una storia da svelare: che sia leggenda o verità tutto riporta ad un passato ricco di aneddoti consumati tra i canali di questa tranquilla cittadina. Persino l’eco dei passi che risuona nella notte è un sottofondo musicale di vecchia data e insieme allo sciacquio dell’acqua che sbatte contro le barche ormeggiate, si trasforma in un concerto per archi Vivaldiano. Un’atmosfera, quasi mistica, dove in religioso silenzio si può percepire lo Spirito del luogo aleggiare tra gli edifici che lo ospitano per rinnovare ogni notte lo straordinario spettacolo di Burano che accoglie chi la visita e vuole ascoltare le sue storie.